​Lo gnocco fritto

Pubblicato il 23/03/2017


Lo gnocco fritto è una delle ricette più note del panorama culinario emiliano. Come spesso accade nelle regioni del Belpaese, la preparazione e la denominazione di questa pietanza varia di città in città, anche se ci si riferisce alla stessa zona geografica. La ricetta originale del ristorante Modena comprende la farina 00, l’acqua gassata per amalgamare il composto e lo strutto di maiale. In alcune zone dell’Appennino tosco-emiliano gli chef sono soliti aggiungere qualche goccia di latte al fine di rendere l’impasto più morbido e delicato al palato.

Al termine delle operazioni connesse all’unione e alla lavorazione dei singoli ingredienti è necessario coprire il composto con un canovaccio umido e procedere a smuoverlo energicamente ogni mezz’ora. Questa tecnica, grazie alla presenza dell’acqua frizzante, farà raddoppiare il volume dell’impasto poiché l’effervescenza agisce come sostituta del lievito.

La frittura dei singoli triangoli di pasta cresciuta può avvenire per mezzo dell’olio extravergine di oliva, oppure dello strutto.

Il ristorante Modena propone lo gnocco fritto sia come uno sfizioso antipasto da abbinare a un bicchiere di Lambrusco sia come una seconda portata associata alla presenza di formaggi stagionati, salumi e crescenza.

Lo gnocco fritto, nella seconda metà del ‘900, veniva considerato il re delle feste popolari, oltre che un piatto particolarmente in voga tra le classi meno abbienti come quella dei contadini. 


Indirizzi

Sede

41100 - Modena (MO) Emilia Romagna
Via Paolo Ferrari, 21/25
Distanza dal centro: 0,92 Km
Telefono: 059239004
Partita IVA: 03358720369
Responsabile trattamento dati: Abbamonte Gianni Philippe
Email: trattoria.viaferrari@gmail.com


Info contatto
Referente
Abbamonte Gianni Philippe
Telefono
059239004
Mail
trattoria.viaferrari@gmail.com